I minatori di Bitcoin hanno registrato un aumento delle entrate del 48% a novembre

Secondo i dati on-chain di Coin Metrics analizzati da CoinDesk, i minatori di Bitcoin hanno generato entrate per $ 522 milioni a novembre, in aumento del 48% da ottobre .

Il forte aumento delle entrate è arrivato quando il bitcoin è salito alle stelle fino a novembre, stabilendo un nuovo massimo storico entro la fine del mese dopo aver guadagnato oltre il 40%. Le entrate mensili aggregate a novembre hanno raggiunto il livello più alto da settembre 2019.

Le stime delle entrate presumono che i minatori vendano immediatamente i loro BTC

Misurato dal ricavo per terahash (TH), l’unità di misura per la velocità dell’hardware di mining di criptovaluta, le entrate dei minatori hanno raggiunto i massimi di sei mesi mentre sono salite sopra $ 0,15 più volte a novembre, il livello più alto dall’inizio di maggio, secondo i dati aggregati dal mining società di software Luxor Technologies .

Nonostante la significativa volatilità intra-anno, i ricavi minerari misurati in terahash al secondo (TH / s) sono approssimativamente piatti da inizio anno a circa $ 0,138 per TH / s il 1 ° gennaio a $ 0,135 per TH / s all’ultimo controllo.

Le commissioni di rete hanno portato a $ 54,9 milioni a novembre, ovvero quasi l’11% dei ricavi totali, una leggera diminuzione percentuale rispetto al 12,2% dei ricavi rappresentati dalle commissioni di ottobre

Le commissioni sono diminuite costantemente fino a novembre, scendendo dai massimi di circa due anni a fine ottobre, passando da una commissione di transazione media di $ 13 all’inizio di novembre a meno di $ 3 vicino alla fine del mese, per Coin Metrics.

In particolare, le commissioni come percentuale delle entrate totali continuano una forte tendenza al rialzo da aprile, prima del terzo blocco di sussidi della rete che si dimezzava a maggio. L’aumento delle entrate derivanti dalle commissioni è importante per sostenere la sicurezza della rete poiché il sussidio diminuisce ogni quattro anni.

Approfittando dell’aumento delle entrate, i minatori stanno portando sempre più macchine online dopo il calo record di difficoltà all’inizio di novembre , con gli ultimi due aggiustamenti che hanno comportato un aumento delle difficoltà e un terzo aumento consecutivo previsto per metà dicembre, il che significa un aumento delle risorse necessarie per estrarre a un livello di difficoltà inferiore.

Poiché gli analisti prevedono che l’attuale rally di bitcoin è sostenibile con la forte possibilità di un continuo movimento al rialzo dei prezzi, i minatori guardano alla continua crescita dei ricavi fino alla fine del 2020.